>

Khiva trading co.

Nell’VII secolo d.c. nelle desertiche terre della Corasmia, regione asiatica a cavallo tra la Persia e l’odierna Russia, si sviluppò un piccolo centro fortificato. Costruito proprio lungo la via della seta, divenne presto un’importate stazione commerciale fondamentale per i viaggiatori che potevano così trovare rifugio dalle tempeste di sabbia, dalla sete e dalle tribù di predoni che erravano per quelle steppe.

La città crebbe in fama e ricchezza fino a diventare nel 1515 capitale di un regno che per ben due secoli godette di benessere e prestigio derivati dal commercio che la via della seta gli garantiva. Quel regno si chiamava Gran Khanato di Khiva e quella città Khiva.

Prendendo ispirazione dalla Storia, la quale non solo ci ha indirizzato verso la scelta del nome, ma ha anche plasmato quello che è il nostro obbiettivo: continuare ad essere quel punto di collegamento tra Occidente e Oriente.

Il mondo oggi è globalizzato, le informazioni viaggiano alla velocita’ della luce,  persone e merci si spostano con altrettanta facilità, non ci sono più deserti o banditi di cui temere. Ma non per questo è più facile. Soprattutto in questi anni di crisi. Certi investimenti, certi percorsi, rappresentano ancora un rischio, proprio come in passato lo era l’attraversata di quelle terre. Per questo crediamo che, oggi come allora, sia importante condividere esperienze, conoscenze e risorse.

>

Obiettivi

Khiva trading co. nasce da un’idea dei suoi tre soci fondatori, due italiani, che da anni vivono e lavorano in Cina, ed un terzo cinese, da molto tempo a contatto con il mondo occidentale, che hanno deciso di unire la propria esperienza al servizio di un progetto comune.

Composta da un personale eterogenee proveniente da settori ed ambiti diversi Khiva riesce a coprire sia ciò che concerne la ricerca o la produzione del prodotto made in China, sia la distribuzione e l’import di beni made in EU.

In un periodo di crisi come quello che sta attraversando l’Europa adesso, diventa importante per tutte le aziende entrare in contatto con Paesi extracomunitari, in questo caso la Cina, allo scopo di ottenere assets di rilievo, come l’abbattimento di costi di produzione o l’apertura a nuovi mercati.

Queste opportunità però non devono essere riservate alle sole multinazionali o a chi dispone di ingenti capitali. Dovrebbero invece essere un diritto di tutte le aziende, anche di chi non dispone delle risorse necessarie.

Il nostro obiettivo è quindi dare alle piccole e medie imprese europee la possibilità di affacciarsi ad Oriente.

>

Risorse

Servizi

  • Ricerche di mercato
  • Ricerca e qualica fornitori
  • Individuazione di potenziali partner d’affari
  • Garante e mediatore tra fornitore e cliente
  • Gestione e verifica dei processi produttivi
  • Controllo qualità e supporto logistico
  • Acquisto e spedizione
  • Organizzazione e visita fiere
  • Stoccaggio merce con o senza sdoganamento
  • Registrazione marchi e brevetti
  • Traduzioni
  • Produzione stampaggio plastica in conto proprio